• “Mareluce” ecco la track list e la copertina del best of

    3782670_DIGIPACK_4COL.indd

    Bianco.
    Il colore bianco comprende tutti i colori luminosi.
    Segna l’inizio della fase vitale.
    Esprime la speranza per il futuro.
    La voglia di cambiamento.
    Il bianco evoca la purezza, la spiritualità, la divinità!
    Il bianco è il tipico colore dell’estate!

    Ecco perché “MARELUCE”, il nostro primo Best Of non poteva avere altro che la copertina bianca!

    E poi, sul bianco, ognuno può immaginare o disegnarci sopra quello che vuole.

    Leggi tutto...
  • “La precisione”: il testo in anteprima.

    La precisione

    Ecco il testo de “LA PRECISIONE”, il nuovo singolo de i RIO che entrerà in rotazione radiofonica da venerdì 13 marzo!

    “LA PRECISIONE” anticipa di pochi giorni l’uscita “prevista per martedì 17 marzo” di “MARELUCE”
    un doppio cd con 36 tracce, 32 brani storici della band e 4 nuove canzoni inedite!

    Il 1º Best Of de i RIO dopo 11 anni di carriera musicale!

    Leggi tutto...
  • “MARELUCE Tour”, ecco le date!

    I Rio in concerto

    I RIO tornano live in tutta Italia a marzo e aprile 2015 con 10 concerti!

    “Mareluce tour” farà tappa nelle seguenti città:

    Reggio Emilia
    Frosinone
    Palermo
    Catania
    Napoli
    Firenze
    Alessandria
    Mantova
    Roma
    Milano

    Leggi tutto...
  • Il 17 marzo esce “MARELUCE”, il primo Best Of de i RIO!

    MARELUCE

    Per un evento importante, ci vuole un vestito elegante.

    L’occasione lo richiede.

    Dopo 11 anni di carriera e 5 cd, è arrivato anche per i RIO il momento del 1º Best Of.

    Il 17 marzo uscirà in tutti i Media Stores “MARELUCE 2004/2015″, uno scrigno di ricordi, un doppio cd per un totale di 36 tracce.

    31 canzoni storiche, una traccia introvabile e 4 nuovi inediti!

    Leggi tutto...

I RIO IN VINILE (Capitolo 4) “Fabio”

Fabio

Sono cresciuto ascoltando i vinili (non molti in verità, due o tre 45giri e una decina di enormi 33), di mio padre e la dolce voce di mia madre.
Ho sempre l’immagine di lei che canta le sue canzoni di quando era ragazza, mentre lavora all’uncinetto seduta vicino alla finestra, persa dentro ad un raggio di sole.

In sala, nascosto dentro ad un mobile, c’era questo bel giradischi rosso e bianco che molto spesso capitava tra le mie mani…
E lì come un mini-dj mi perdevo per ore ed ore a mettere su oltre che ai meravigliosi 45 giri di Fiabe (vedi ad esempio: “A mille ce n’e”), i dischi di Claudio Villa, Johnny Dorelli, il Quartetto Cetra e tanti, tanti altri che nel tempo, lentamente sono entrati in casa nostra, quando la possibilità economica, lo permetteva.

Leggi tutto...

I RIO IN VINILE (Capitolo 3) “Paddo”

paddo

TINA TURNER MI HA SEMPRE FATTO PAURA

Nascendo nel 1985 tutta la mia generazione ha saltato a piedi pari l’epoca del vinile, ma nonostante questo, in un qualche modo io, un legame con quell’enorme disco nero ce l’ho.

Ricordo come se fosse ieri la sveglia di mio padre la domenica mattina con un bel vinile a tutto volume!
E la giornata partiva benissimo!

Ogni settimana, era un disco diverso :
The Police, Stevie Wonder, R.E.M., The Clash, Gino Paoli, Bob Marley, Zucchero, Simply Red, Elvis Presley, Eurythmics, Supertramp, Rolling Stones…etc

Leggi tutto...

I RIO IN VINILE (Capitolo 2) “Gio”

Gio

CAMERA CON DISCHI

Sono pronto a scommettere che chiunque, almeno una volta nella vita, ha trovato un posto che, con soltanto un’occhiata, è entrato di prepotenza nel cervello.
A volte basta uno sguardo, da bambino… e quel luogo rimane lì, occupa un po’ di memoria, si è seduto comodo e non cede il posto a nient’altro, non si sposta.
E a volte, se ci pensi, è strano pensare che questi posti siano così vicini… sono a qualche isolato da casa, eppure sono talmente autoritari e degni di rispetto da risultare proibiti.

Leggi tutto...

I RIO IN VINILE (Capitolo 1) “Bronski”

I RIO in vinile

TUTTO CIO’ CHE SO SUL VINILE

Il vinile, o meglio il Cloruro di Vinile (PVC), è il materiale col quale si facevano i dischi.

Il long playing (LP) prima a 78 giri poi a 33 giri è stato un bene commercialmente rilevante per l’industria discografica dal 1948 al 1993.

Il primo vinile l’ho avuto tra le mani a sette anni, ma non era un LP.
Era un 45 giri di Gianni Morandi dal titolo “Notte di Ferragosto” sul lato A e “Povera Piccola” sul lato B.
La sua provenienza e la sua proprietà mi erano ignote, come anche la copertina.
Era misteriosamente comparso in casa mia assieme ad altri 45 giri tutti graffiati e a una vecchia radio/ giradischi dalla marca sconosciuta.

Leggi tutto...
Back to Top